Šaltibarščiai

Friday, June 24, 2016


While doing researched for my new mission that is making recipes from all around the world, I stumbled upon a stunning pink soup. As I've already said in the past, pink food is absolutely gorgeous, so I had to try it.

Even though mine didn't turn out pink (probably I used too much beet), Šaltibarščiai, also known as Lithuanian cold soup, is a refreshing alternative to borscht, perfect for summertime, that is made with beets and kefir (or buttermilk/sour cream). It also includes cucumbers, green or spring onions and it's usually served with hard-boiled eggs (mine isn't because I don't like it too much cooked) and sprinkled with fresh dill.


Doesn't it sound delicious? I mean, the sweetness of the beets meets the sourness of the kefir, and the eggs make it filling at the same time.

And it also gives me the chance to enjoy my beloved soups during summer without being seen as the crazy girl who eats hot soups when it's tremendously hot. Also it is was quicker than it's Spanish cousin gazpacho, because this soup chills as soon as you add the kefir.


INGREDIENTS
1 serving
  • 1 boiled egg
  • 1 boiled & cooled beetroot
  • 1/2 cucumber
  • 2 spring onion or green onion leaves
  • 120 ml (1/2 cup) kefir
  • Bunch fresh dill
  • Salt

INSTRUCTIONS
  • Shred the beetroots. Quarter the cucumber, then slice it. Chop the onion and the dill separately. 
  • In a bowl, pour the kefir, add the shredded beet, cucumber slices, green onion, a pinch of salt and stir well.
  • Sprinkle with the dill, and serve with the egg. 


Mentre stavo facendo delle ricerche per la mia nuova missione ovvero fare ricette da tutto il mondo, sono incappata in una splendida zuppa rosa. Come ho già detto in passato, il cibo rosa è assolutamente bellissimo, così ho dovuto provarla.

Anche se la mia non è venuta rosa (probabilmente ho utilizzato troppa barbabietola), Šaltibarščiai, anche conosciuta come zuppa fredda lituana, è un'alternativa rinfrescante al borscht, perfetta per l'estate, che è fatta con barbabietole e kefir (o latticello/panna acida). Inoltre include anche cetrioli, cipollotti, ed è solitamente servita con uova sode (il mio non lo è perché non mi piace troppo cotto) e cosparsa di aneto fresco.

Non sembra deliziosa? Voglio dire, la dolcezza della barbabietola incontra l'acidità del kefir, e le uova rendono il piatto più sostanzioso.

Inoltre mi da la possibilità di gustare le mie amate zuppe durante l'estate senza essere vista come la ragazza pazza che mangia zuppe calde quando fa tremendamente caldo. Inoltre è molto più veloce da fare del suo cugino spagnolo gazpacho, perché questa zuppa si raffredda non appena aggiungete il kefir.

INGREDIENTI
1 porzione
  • 1 uovo sodo
  • 1 barbabietola bollita e fatta raffreddare
  • 1/2 cetriolo
  • 2 foglie di cipollotto
  • 120 ml kefir
  • 1 mazzetto aneto fresco

PROCEDIMENTO
  • Grattugiate la barbabietola. Tagliate il cetriolo in quattro, quindi affettatelo. Tagliate le foglie del cipollotto e l'aneto separatamente.
  • In una ciotola, versate il kefir, aggiungete la barbabietola grattugiata, le fette di cetriolo, il cipollotto, un pizzico di sale e mescolate bene.
  • Cospargete con l'aneto e servite con l'uovo.

14 comments:

  1. This looks stunning! I love the colour, flavour and simplicity of this recipe. Well done, Sonia.

    ReplyDelete
  2. Un piatto colorato e gustoso... grazie Sonia!!!!

    ReplyDelete
  3. I tuoi piatti hanno sempre dei colori stupendi e sono molto originali e sfiziosi. Buon weekend Fabiola

    ReplyDelete
  4. Hai ragione è bellissimo!!!! E non lo conoscevo! Grazie cara! Ti abbraccio!
    unospicchiodimelone!

    ReplyDelete
  5. Ur recipie is very nice. Colour combination.

    ReplyDelete
  6. Meravigliosa Sonia, sei stata bravissima! bacione a presto

    ReplyDelete