Grilled Picanha with Brussels Sprouts Slaw // Picanha grigliata con insalata di cavolini di Bruxelles

Wednesday, November 30, 2016



As a kid, I wasn't a meat lover, and the main reason was the fat. I have these vivid memories of me always reaching for that breast every time my mother made roasted chicken. And steaks weren't my thing because of that tough-to-chew fat.

Scorrete sotto per l'italiano

I'm an adult now, but things haven't changed a lot. I'm still going for the breast, and still avoiding fatty steaks. I do, however, buy and cook lean beef steaks, and since they tend to be very dry when overcooked, I've learned to love rare steaks. Which is great because that's how picanhas are supposed to be. Unless you want to eat shoe leather.


What is a picanha? A cut of beef typical of Brazilian cuisine that is rather expensive. So if you can't find it, or you don't want to spend a lot of money on it, a good quality rump steak will do just fine.

I'm quite sure they don't do this in Brazil, but for me this steak (or any other) works well paired with some sort of salad, and I went with this garlicky Brussels sprouts slaw with a hint of lime juice, choosing them over regular cabbage because I wanted to try something different with them.


INGREDIENTS
1 serving
  • 1 picanha steak, 1,5-2 cm (0.6-0.8 inch) thick
  • 60 g (1 cup) shredded brussel sprouts
  • 1 garlic clove, minced
  • 1/2 teaspoon fresh thyme leaves
  • Lime juice
  • Extra virgin olive oil
  • Hawaiian red salt
  • Pepper

INSTRUCTIONS
  • Heat a grill pan over medium heat. Brush with a little olive oil and season both sides of the steak. Place it on the pan and cook for 1:30-2 minutes on each side. Once the steak is cooked, rest it for 5 minutes.
  • Heat a pan over medium heat. Add some olive oil and the garlic, and cook for 30-40 seconds, until fragrant. Add the Brussels sprouts, thyme leaves and salt, and cook, stirring occasionally, for 5 minutes. Sprinkle with lime juice.
  • Serve the steak on top of the Brussels sprouts slaw.


Da bambina, non ero un'amante della carne, e la ragione principale era il grasso. Ho questi vividi ricordi di me che prendevo sempre il petto ogni volta che mia madre faceva il pollo arrosto. E le bistecche facevano per me a causa di quel grasso duro da masticare.

Adesso sono un'adulta, ma le cose non sono cambiate molto. Scelgo comunque il petto, e continuo ad evitare le bistecche grasse. Però, compro e cucino bistecche di manzo magre, e dato che tendono a diventare molto asciutte se cotte troppo, ho imparato ad amare le bistecche al sangue. Il che è pefetto dato che è così che devono essere le picanha. Almeno che non volete mangiare delle solette.

Cos'è una picanha? Un tipo di taglio di manzo tipico della cucina brasiliana che è abbastanza costoso. Dunque se non riuscite a trovarlo, e se non volete spendervi troppi soldi, una bistecca di manzo di buona qualità andrà bene lo stesso.

Sono abbastanza sicura che non lo fanno in Brasile, me per me questa bistecca (o qualunche altra) sta benissimo abbinata con un qualsiasi tipo di insalata, e ho scelto questa insalata di cavolini di Bruxelles all'aglio con un goccio di succo di lime, preferendoli al cavolo cappuccio perché volevo provare a fare qualcosa di diverso con loro.

INGREDIENTI
1 porzione
  • 1 picanha, spessa 1,5-2 cm
  • 60 g cavolini di Bruxelles tagliati a striscioline
  • 1 spicchio d'aglio, tritato
  • Succo di lime
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale rosso delle Hawaii
  • Pepe

PROCEDIMENTO
  • Fate scaldare una bistecchiera su fiamma media. Spennellate con un po' di olio di oliva, e salate e pepate entrambi i lati della bistecca. Disponetela nella padella e cuocetela per 1:30-2 minuti su ogni lato. Quando la bistecca è cotta, fatela riposare per 5 minuti.
  • Scaldate una padella su fiamma media. Aggiungete un po' di olio di oliva e l'aglio, e cuocete per 30-40 secondi, finché non sarà aromatico. Aggiungete i cavolini, foglie di timo e sale, e cuocete, mescolando di tanto in tanto, per 5 minuti. Irrorate con succo di lime.
  • Servite la bistecca sopra l'insalata di cavolini di Bruxelles. 

2 comments: